ELEANOR OLIPHANT STA BENISSIMO
DI GAIL HENYMAN, GARZANTI 2019

“Ai giorni nostri la solitudine è il nuovo cancro, una cosa vergognosa e imbarazzante, così spaventosa che non si osa nominarla: gli altri non vogliono sentire pronunciare questa parola ad alta voce per timore di essere contagiati a loro volta, o che ciò possa indurre il destino a infliggere loro il medesimo orrore.”
Be’, questa scrittrice entra nella solitudine come un trapano sottile deciso ad arrivare fino in fondo. La sua protagonista è avvolta in un bozzolo di isolamento che non osa rompere, così come non si permette di vivere. Eppure timidamente, come i primi boccioli di elleboro in montagna fra la neve, si affacciano piccoli segnali con cui la vita tenta di tirarla a sé. Raccoglierli è difficile: bisogna sfidare ciò che in profondità vieta il contatto con gli altri. La si segue in questa strada con il fiato sospeso.
E’ un libro dell’universo anglosassone pragmatico e ottimistico, ma è lieve e delicato, pieno di gentilezza, come il profumo delle prime gemme: leggerlo fa bene, fa venire voglia di essere più gentili, di guardarsi intorno con maggiore attenzione e di restituire ai piccoli gesti di affetto il loro valore inestimabile.

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now