IL COLIBRI’
DI SANDRO VERONESI, LA NAVE DI ESEO, 2019
VINCITORE PREMIO STREGA 2020

Quali sono le caratteristiche del colibrì? Corporatura minuscola, proporzionata e resiliente; sforzo immane per rimanere fermo, roteando le ali a grandissima velocità; notevole capacità di immobilizzarsi per lunghi periodi per poi balzare improvvisamente in avanti, senza preavviso alcuno. Tutti questi aspetti possono essere riconoscibili anche in Marco Carrera, protagonista del “Colibrì” di Sandro Veronesi, candidato al Premio Strega 2020.
In questo romanzo sembra che, come in una moderna tragedia greca, le colpe dei padri ricadano sui figli, fino all’arrivo di un evento o di un personaggio chiave che scioglierà la catena di casi infelici.
La vicenda di Marco, della sua famiglia di origine, della famiglia coniugale, dei suoi amori, amicizie, inimicizie, figlie e nipoti, non viene ricostruita in sequenze lineari ma, come in un moderno labirinto, attraverso un gioco di specchi che partono dagli anni Sessana del Novecento fino ad arrivare agli anni Trenta del Duemila. I fatti non vengono rivelati nell’ordine naturale, ma in sequenze narrative a scatola cinese; l’intreccio si dipana attraverso racconti impersonali, pagine di riflessione, lettere, inventari, ricostruzioni … in un gioco di rimandi affascinante e coinvolgente.
Benché quasi tutti i personaggi siano abituati alla parola che disvela il proprio inconscio, attraverso la frequentazione di psico-analisti-terapisti, quello che manca a tutti i personaggi è proprio la chiarezza comunicativa: molte vicende avrebbero potuto essere evitate, o avere esiti diversi, grazie a una parola detta o rivelata al momento giusto.
La nascita dell’uomo/donna nuova potrebbe essere la felice conclusione della vicenda, ma inopportuno risulta il sogno futuristico immaginario che ci porta direttamente agli anni Trenta del Duemila, ancora troppo lontani dai nostri giorni.
Che gusto ci rimane a lettura ultimata?
Sicuramente quello dell’ultimo menù preparato da Marco per i suoi cari, in base ai loro gusti: frutti di mare per Giacomo, scampi per Luisa e mozzarella di bufala per Marina.

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now