IMPOSSIBILE

DI ERRI DE LUCA, FELTRINELLI 2019

Magistrato e inquisito si fronteggiano, con un’asprezza che ricorda la cengia nella foto di copertina: il secondo è il protagonista, il Grande Vecchio, sa e disprezza chi non sa. Il primo è il Giovane Idealista, servitore dello stato, dunque forse anche dei padroni, se ancora si usa dire così. Due idee della giustizia di segno totalmente opposto.
Nel procedere dell’interrogatorio, e soprattutto attraverso le lettere che l’inquisito scrive per la donna che ama, l’equilibrio del racconto cambia impercettibilmente: il Giovane sembra lievemente aumentare di statura, la sua fede nella legge è stata messa alla prova e ritrovata. il Vecchio lascia intravvedere una sottile smagliatura nel suo essere senza pecca.
Colpevole o innocente? Erri De Luca lascia che ognuno sbrogli il mistero a suo piacimento, così come procedendo lungo la strada butta lì molti sassolini che si possono raccogliere o calciare via. Si divora in un paio di ore, con un bicchierino di grappa e profumo di montagna.

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now