IO CANTO E LA MONTAGNA BALLA
DI IRENE SOLÀ, BLACKIE EDIZIONI 2020

Una giovanissima autrice catalana che parla direttamente dai Pirenei: dalle montagne, dalle nuvole e dai fulmini, dai funghi, dai caprioli e dagli abitanti, vivi o morti che siano, in un’unica storia in cui ogni cosa prende vita e unisce la sua voce ad un coro poetico e toccante. Solo chi ama profondamente la propria terra può riuscire a scrivere un romanzo così, come se scrivesse dal cuore delle montagne.

Anche gli uomini partecipano di questa vita che scorre mescolando tutto e tutti con le loro azioni, con le loro poesie, con le loro speranze, con le loro paure e con una qualche eredità che lasciano in dono: da ciò la forma particolare del racconto in cui si anticipa un avvenimento che trova pieno  senso nel prosieguo della vicenda.

Questo meccanismo rende all’inizio un po’ difficile la lettura: è necessario ritrovare i ari personaggi che spesso affiorano dal passato se non addirittura dalla terra stessa e lasciarsi trasportare dal ritmo speciale della scrittura di Irene Solà. Ma proprio in questo sta la magia del libro che, come tutte le fiabe, profuma di bosco e more, mescola realtà e irrealtà, vita e morte, magia e superstizione, sole e acqua, parole e immagini, prosa e poesia. Bellissimo viaggio!

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now