PARTITURA DI ADDIO DI PASCAL MERCIER, OSCAR MONDADORI 2009

1 gennaio 2025

Ci sono molti registri su cui questa storia è accordata. 

Il tema principale è la relazione fra padre e figlia: la dedizione totale del padre alla piccola Lea, entrata dopo la morte della madre in una fase di abulia da cui solo una sonata di Bach eseguita da un’artista di strada sembra risvegliarla: il padre afferra questo debole filo ed è pronto a sacrificare tutta la propria vita per riportare Lea alla sua.

Poi c’è il ritmo della musica: percorre il racconto dapprima sotterraneo e poi man mano andante con brio, la musica risveglia Lea, la coinvolge, la trasforma, se ne impadronisce crescendo insieme a lei.

C’è anche il contrappunto del successo: il prezzo altissimo che la perfezione richiede, la tentazione di inseguirlo ad ogni costo.

Il tutto è legato dalla scrittura particolarmente coinvolgente di Mercier, che segue un crescendo perfetto.

Ha molti sapori, ma il profumo del legno che si respira in un laboratorio di liuteria dove i violini prendono vita è quello che si collega al libro nel ricordo.

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now