PIANO NOBILE DI SIMONETTA AGNELLO HORNBY, FELTRINELLI 2020

Con un ritmo narrativo serrato, Simonetta Agnello Hornby galoppa nella storia di una famiglia nobiliare, quella del barone Sorci, partendo dalla morte del patriarca, un’autentica figura di pater familias e seguendo le vicende dei figli, ognuno dei quali ha un profilo peculiare: vicende che si intrecciano con la guerra, lo sbarco degli Alleati e l’occupazione di Palermo, la trasformazione del mondo feudale in cui il Barone ha vissuto, comandato, protetto e goduto al punto che un nipote prenderà il nome d’arte the Baron nel recitare in film osé, un rovesciamento totale. “I Sorci sono un mondo di vecchi, una catasta di storie che vengono da troppo lontano per poter sprigionare le energie giuste con cui guardare al futuro.”

Bellissime le descrizioni della Sicilia, dei pranzi, del palazzo nobiliare in cui la famiglia vive: il capofamiglia al piano nobile, gli altri negli appartamenti ai piani superiori. Interessante la ricostruzione storica, in particolare il legame fra mafia italiana e quella americana e l’infiltrazione mafiosa nell’AMGOT (Allied Military Government of Occupied Territories) e da lì nelle prime istituzioni, nei comuni, nell’avvocatura. Appassionanti le storie dei vari figli e nipoti, sempre narrate in prima persona, che si muovono sul piano della rispettabilità ma anche sul piano dell’emotività, del desiderio di sfuggire alle convenzioni stritolanti e trovare una propria felicità o una affermazione: “Ma come tutto ciò che sta sotto il sole, scavato dalla luce, e in realtà matura ombra e silenzio, in realtà si sottrae, per anfratti e vie ignote, agli occhi, anche ai più ‘sperti.”

Insomma un libro da leggere, che lascia un profumo di meravigliosi piatti siciliani, talmente tanti e talmente ben presentati che abbiamo pensato di abbinarlo a ciò che preferiamo fra i dolci di quella terra profumata…

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now