ESCE OGGI! BISOGNEREBBE AVVISARLI di Jole Bevilacqua, 2022 Morellini


Oggi ho il piacere di recensire questo bel romanzo, quasi un figlio del Sapore di un libro: scritto da Jole, parla molto di donne, mamme, figlie, di sapori e colori che appartengono, forse, all’infanzia, adolescenza ed età adulta di molti di noi.


Un libro “declinato” al femminile, che tutti, però, dovrebbero leggere: donne giovani e meno giovani per ritrovare i propri vissuti, uomini adulti e ragazzi, per fare luce sui molti lati oscuri delle loro amiche e compagne di vita, che spesso non riescono a “decifrare”.

La storia ruota attorno a due donne e ai ricordi della loro vita: a capitoli alternati, il cui titolo è ispirato a colori/stati d’animo, vengono recuperati episodi di vita comune, letti, filtrati e focalizzati attraverso occhi diversi e diversi sguardi.


La modalità narrativa, anziché creare un effetto straniante, riesce a mettere in luce come la stessa realtà, gli stessi episodi, gli stessi vissuti, nell’animo di ciascuno di noi producano strascichi, echi, cicatrici differenti.


Attraverso il disegno, la madre colpita da Alzheimer e ricoverata in una RSA, e la figlia, riescono a comunicare e a dirsi quelle parole che non si sono mai dette o che non riescono più dirsi.


Così, attraverso un gioco di specchi, siamo condotti delicatamente a scoprire quanto si celi nell’animo di ciascuna delle due, quali vicende rappresentino, per ognuna di loro, il doloroso non detto, che non hanno mai raccontato, che hanno preferito dimenticare, con cui, prima o dopo, avrebbero dovuto o dovranno fare i conti.


Che sapore rimane?

Sicuramente quello della lavanda, una pianta il cui odore rimanda a giorni felici, il cui colore entra prepotentemente nei loro ricordi e nei loro “capitoli”.





23 visualizzazioni0 commenti