LA POESIA DEL MARTEDI'

ANGELO POLIZIANO, Ben venga maggio


Ben venga maggio

e 'l gonfalon selvaggio! Ben venga primavera, che vuol l'uom s'innamori: e voi, donzelle, a schiera con li vostri amadori, che di rose e di fiori, vi fate belle il maggio, venite alla frescura delli verdi arbuscelli. Ogni bella è sicura fra tanti damigelli, ché le fiere e gli uccelli ardon d'amore il maggio.

(…)

Salutiamo l’inizio di questo bel maggio tiepido e profumato con le prime strofe di questa ballata famosa, ripresa e rielaborata da molti altri poeti, scrittori e cantautori.

Ai lettori la parola.

2 visualizzazioni0 commenti