LA RECENSIONE DEL MERCOLEDI'-FRESCO DI STAMPA

ANIMALE di Lisa Taddeo, Mondadori 2022

È il romanzo d’esordio di Lisa Taddeo, italo americana nata nel New Jersey.

In bilico tra “sorellanza e rabbia femminile”, la storia narra la presa di coscienza di Joan che, attraversata da traumi mai risolti, arriva all’accettazione di sé e della sua vita dopo un lungo “peregrinare”, non solo metaforico.

La rabbia che anima la protagonista sembra nascere dalla violenza di una società per molti aspetti ancora centrata sugli uomini e da essi dominata. In realtà, Joan mostra di conoscere molto bene i meccanismi che animano le relazioni di coppia e familiari, di saperli sfruttare a suo vantaggio senza il minimo senso di colpa.

Anzi.

Il paradigma maschile, con la violenza in esso contenuta, sembra rappresentare anche il suo modello di vita, il sesso vissuto spesso come “stupro” l’unica modalità di amare, finché l’incontro con Alice, e il recupero della dimensione affettiva tipica della sorellanza, non risolverà le contraddizioni che la lacerano.

Solo con un ritorno all’accettazione della vita in tutte le sue forme Joan e Alice potranno elaborare i lutti che hanno plasmato le loro vite.

Il sapore che rimane?

Tra i molti, ci piace ricordarne uno legato a un piccolo piacere paterno: un bicchiere di Bloody Mary accompagnato da un piatto di vongole crude.

Un ringraziamento alla casa editrice che ci ha fatto dono di copia stampa.



5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti