STORIA DI GENJI PRINCIPE SPLENDENTE – ROMANZO XI SECOLO SCRITTO DA MURASAKI SHIKIBU - - EINAUDI

Prototipo del romanzo moderno, il Racconto di Genji è costituito da capitoli di varia lunghezza, al loro interno chiusi e coerenti; scritto da una protagonista/testimone delle vicende narrate, una dama della corte nipponica dell’XI secolo, è testo fondamentale per ricostruire il contesto storico e capire il Giappone di oggi.
Raffinati ambienti fanno da sfondo alla vicenda umana ed esistenziale di Genij- lo splendente- e di tutti i suoi discendenti o parenti.
In un’atmosfera rarefatta si muovono donne che, pur dipendendo economicamente dalla protezione maschile, utilizzano la propria forza per consolidare o indebolire dinastie e poteri; protette e coperte da paraventi, i loro volti vengono lungamente vagheggiati; l’amore nasce da immagini fuggevoli e rarefatte
In quest’atmosfera silenziosa e incantata, solo le antiche poesie sembrano in grado di dare vita ai sentimenti: la delicatezza d’animo non poteva esprimersi che così, in un’epoca in cui la separazione tra sessi era forte e al contempo fragile.
Quello che rimane nella memoria, alla fine di queste pagine di indicibile bellezza, sono le descrizioni delle stagioni, della fioritura di glicini, susini, ciliegi, l’alternarsi delle stagioni, la nebbia e la neve, l’abbigliamento abbinato al tempo e alla carica, i giardini ubicati secondo i punti cardinali … le discussioni su quale sia la stagione migliore,
Il mondo pare essere fatto di rugiada e di nebbia: la delicatezza e la caducità sembrano la cifra che pervade l’intero romanzo.
Allo stesso modo, impresse nella mente rimangono il gusto del riso, servito con l’abituale eleganza, e quello di sakè e the bevuti servendosi di tazze preziose.

 

©2020 di Il sapore di un libro. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now