felicità semplice sito.jpg

UNA FELICITA' SEMPLICE DI SARA RATTARO, SPERLING&KUPFER 2021

Una felicità semplice, si sa, non esiste: in realtà è sempre un complicatissimo equilibrio fra difficoltà e fatiche per riuscire a respirare e a godere di ciò che ci è dato. 

Ma una felicità che non chiede molto, che si accontenta? Ecco, questa sembra essere la regola di vita di Cristina: desidera cose “semplici”, essere una moglie, una madre, avere cura di una famiglia. 

Per quanto poco siano, la vita non sta al gioco :basta  una piccolissima mossa in questa scacchiera ordinata su cui Cristina conduce la sua partita e lo scenario si ribalta. Quella che sembrava essere più una ragazza per bene che una donna autonoma si trova ad affrontare un dramma, a perdere le sue certezze, a tener testa alla solitudine. 

E poi arriva un’altra mossa: un giorno Cristina entra in un negozio, qualcuno la afferra per le spalle e le punta qualcosa alla schiena. E’ una rapina, un momento di sospensione, in cui l’essenza della vita emerge, appare la sua tenacia, “come una piantina che si fa strada crepando il cemento” .

Anche in Cristina emerge la voglia di vivere, di portare a termine il suo compito di madre, e questa piantina si farà strada, come una magia.

Romantico e lieve, come vuole il tocco di Sara Rattaro, profuma delle brioches con cui si addolcisce la vita di Cristina e si apre una stagione nuova.